Segue.

durante una tempesta, per poter vedere la furia delle onde, il turbinio del vento, e poterli poi riprodurre secondo la sua personale visione. Di certo attraverso un gioco di trasparenze e riflessi riesce con la sua arte a comunicare emozioni e, direi, riflessioni. Figlio di un fabbricante di parrucche, non si è mai sposato, e ha vissuto con il padre che gli faceva da assistente fino alla morte di quest'ultimo. La perdita del padre gli causò una forte depressione e divenne, se possibile, ancora più chiuso ed eccentrico. Amò molto l'Italia, in modo particolare Venezia, e la pittura del Canaletto. I monumenti che lui dipinse però non sono facilmente riconoscibili in quanto sfumano nell'acqua e nella luce e fu anche per questo, chiamato 'pittore della luce'. Amava dipingere ad olio ma fece anche molti acquarelli ed incisioni. Grande viaggiatore attraversò l'Europa prendendo appunti, facendo schizzi, realizzando numerosi disegni raccolti successivamente in due taccuini ora esposti alla Tate Gallery di Londra. Morì nel 1851 e fu sepolto nella cattedrale di Saint Paul a Londra. Nel 2005 in un mio soggiorno londinese, ho cercato la sua tomba nella cattedrale ma non sono riuscita a trovarla, forse perché non sapevo troppo dove guardare. In compenso ho potuto ammirare i suoi quadri in diverse occasioni e posso assicurarvi che è un artista di grandissimo spessore. Un suo dipinto indimenticabile è 'Pioggia vapore e velocità' che si può ammirare alla National Gallery di Londra Il regista Mike Leigh ha diretto un film, nel 2014, dl titolo 'Turner' che tratta proprio della vita del grande pittore inglese: un film uscito in Italia a gennaio, da vedere assolutamente.

 

    Ada Pianes Villa

Articolo pubblicato il 25 ottobre 2015.

    Torna alla Home page.