Finalmente, per la rubrica "La nobile Arte di capire il mondo" dell'amico professor Giovanni Dursi pubblichiamo un nuovo contributo del suo Autore:

«Occāsŭs», Edizioni Tracce, Pescara, 2019, di Diomira Gattafoni; la recensione.

 

   Il termine occāsŭs vuol riferirsi, nel medesimo momento, al tramonto, al declino, alla rovina, all'occidente e all'occasione. Tutte le accezioni (… Niente di sorprendente accade a chi scrive. Si muore pensando alle parole, scrive, in LINGUE MORTE, con appassionato pragmatismo, l'autrice di «Occāsŭs», Edizioni Tracce, Pescara, 2019), non tanto e non solo per una perizia etimologica, sono dentro la silloge poetica di Diomira Gattafoni, opera d'esordio contraddistinta da un'evidente, fisiologica, originalità d'invenzione e di riflessione propria di versi che l'autrice dona, cercando manifestamente un contatto non banale con il lettore, cesellandoli in modo erudito.

 

Continua a leggere