Gli sguardi emotivi di Alessandro Altobelli. 

(da Da Acerra a Zazzeroni - Dizionario emozionale degli artisti d'Abruzzo

di Massimo Pasqualone).

Il centro emozionale della produzione artistica di Alessandro Altobelli è costituito dalla capacità di vedere gli oggetti in un contesto emotivo, attratti dal serbatoio a volte dei ricordi a volte dei sogni e delle speranze.

Di grande impatto i volti ed i ritratti femminili, con quell’eleganza delle movenze e degli abbigliamenti che richiama un concetto antico di bellezza.

Le nature morte, i paesaggi, i volti femminili, persino le visioni astratte e informali, conducono Altobelli verso una decisa visione generale della vita, verso uno sguardo innanzitutto introspettivo, che sulla tela materializza correlativi oggettivi, simboli audaci della quotidianità da cui talvolta rifuggiamo.

Continua a leggere.