Anja Kunze: esplosione di colori che muovono l’anima

    Eruzioni vulcaniche. Lapilli policromatici. Colate ininterrotte di lava. Abissi emotivi che s’innalzano e sprofondano nel cielo alto. E’ la breve descrizione dell’arte di Anja Kunze, giovane pittrice tedesca trapiantata in Abruzzo.

La tecnica utilizzata dalla Kunze si basa sul movimento dei colori che l’artista dirige sapientemente su tela. Acrilico, smalto, olio vengono arricchiti, raschiati, modellati e combinati in un unico magico impasto in continua sperimentazione. Il genio artistico della Kunze deriva dalla spiritualità e dalla fame di vita presenti in ogni aspetto della sua quotidianità. “Tutti dovrebbero trascorrere almeno cinque minuti al giorno nella meravigliosa contemplazione del mare”, dice spesso l’artista. Il mare... l’elemento che esprimere perfettamente l’intensità della vita. Dall’acqua si nasce, di acqua si vive, nell’acqua si nuota e ci si perde fino a ritrovarsi divinamente umani. Kunze attinge alle sue voragini emotive che cerca di colmare attraverso il colore. Rosso, nero, verde, rosa: non esiste limite al suo estro creativo. La luce così come il buio delle tele diventano strumenti di espressione e, allo stesso tempo, espressione stessa. I leitmotiv della sua arte, quindi, spaziano dalla pace, alla positività, alla bellezza, alla passione, come attesta una delle sue più recenti creazioni “Sesso è spiritualità”, in cui l’artista rappresenta il corpo di una donna che si contorce, in preda agli spasmi della furente passione ed accoglie il maschio donandogli le ali. Le opere di Kunze si muovono di continuo; sono una serie di micro corpi che si dimenano, si allacciano, si slacciano, parlano, si ripiegano, si protendono verso il cielo. Sono corpi idealmente in tensione, lancio, suicidio, ascensione e la mancata definizione dei soggetti (i cui contorni e sagome sono solo timidamente abbozzati), permettono proprio di fantasticare sulla loro interpretazione.

Il mix di colori, movimento ed emozioni crea un contenitore esplosivo in cui ciascuno può decidere di entrare, perdersi, uscire o semplicemente vivere.

Anja Kunze nasce il 29 luglio 1983 a Reichenbach-Vogtl (Germania). Appassionata di pittura, intraprende presto la carriera artistica cercando ispirazione nella semplicità delle immagini e nelle situazioni quotidiane, con lo scopo di esprimere il valore della vita. Le sue opere nascono dalle esperienze maturate dall’artista nell’ambito internazionale e dai suoi diversi viaggi legati a studi personali.

Vai alla galleria delle opere di Anja Kunze.

 

   Marirosa Barbieri

Articolo pubblicato il 16 giugno 2015.