Avvincente come un romanzo, stringente come la Storia ...

Per la rubrica "La nobile Arte di capire il mondo" dell'amico professor Giovanni Dursi pubblichiamo un nuovo contributo del suo Autore:

«La Macchinazione» David Grieco

   Nell’estate del 1975, Pier Paolo Pasolini è impegnato al montaggio di uno dei suoi film più discussi, “Salò o le 120 giornate di Sodoma”, e nella stesura del romanzo “Petrolio”, un atto di accusa contro il potere politico ed economico dell’epoca. Intanto, da mesi, ha una relazione con Pino Pelosi, un giovane sottoproletario romano che ha legami con il mondo criminale della capitale. Una notte, alcuni amici di Pelosi rubano il negativo di “Salò” e chiedono un riscatto esorbitante. Il loro vero obiettivo non sono i soldi, ma uccidere Pasolini. Il film “La macchinazione”, per la regia di David Grieco, sceneggiato dalla stesso Grieco in collaborazione con Guido Bulla, risulta effettivamente fedele ad una verità da molti sostenuta in modo documentato ed argomentato sulla fine del poeta, scrittore, regista ed intellettuale bolognese di nascita.

 

 Continua a leggere.