La rubrica "La nobile Arte di capire il mondo" dell'amico professor Giovanni Dursi si arricchisce di un nuovo episodio:

Renato Curcio «L'Impero virtuale - colonizzazione dell'immaginario e controllo sociale»

Copertina

Un libro di poche pagine, si legge in qualche ora, ma lascerà la mente occupata per giorni interi. Tanti sono, infatti, gli elementi che Renato Curcio ha analizzato e che aprono a una riflessione cosciente sull’impero virtuale. La scrittura asciutta e discorsiva permette una comprensione del testo anche se i temi trattati sono enormi. Da non sottovalutare è la preziosa bibliografia che fornisce ulteriori indicazioni per chi abbia voglia di approfondire. Il libro non racconta la storia di InterNET e non veicola prese di posizione a favore o contro; il lavoro di Curcio non si pone né tra gli “apocalittici” né tra gli “integrati”: analizza la condizione sociale data, la forma propria produttiva e culturale che altera, ristruttura il rapporto individui, gruppi, corpo sociale. InterNET è tante cose: è evidente che ha velocizzato la possibilità di comunicare e semplificato lo scambio di contenuti, ma questo testo illumina, fornisce gli elementi di comprensione per svelare il mondo “altro” in cui il “me altro”, “un me con altro nome” virtualmente vive.

Continua a leggere.